Top Manager Reputation: Messina ancora sul podio a giugno

Un dato che, rileva Reputation Science, “mette in luce la vera leadership dei grandi executive, soprattutto in anni turbolenti come questi”.

A giugno Carlo Messina di Intesa Sanpaolo resta saldo al primo posto della classifica Top Manager Reputation, seguito da Claudio Descalzi di Eni; al terzo posto Francesco Starace di Enel. È quanto risulta dalla classifica di Reputation Science che sottolinea la crescita del peso strategico di leadership e geopolitica. Nell’ultimo mese, il Ceo di Intesa Sanpaolo, si rileva, oltre ad aver avviato con Fondazione Belisario un progetto per sostenere talenti ed aziende al femminile, inaugurato il nuovo laboratorio di ricerca dedicato all’intelligenza artificiale e presentato le Gallerie d’Italia di Palazzo Turinetti a Torino, ha posto attenzione alla politica, con gli apprezzamenti per il lavoro svolto dal Governo Draghi, e al tema dell’indipendenza finanziaria (e non solo) dell’Italia, materia geopolitica.

Un dato che, rileva Reputation Science, «mette in luce la vera leadership dei grandi executive, soprattutto in anni turbolenti come questi». Non a caso, tra le dimensioni strategiche di maggior impatto, a giugno cresce proprio quella relativa alla leadership (49%, +2% rispetto all’ultimo mese). Si conferma infatti secondo Claudio Descalzi (80.05) di Eni, impegnato sul delicato fronte internazionale degli approvvigionamenti energetici e dei rapporti con la Russia. Sale al terzo Francesco Starace (79.53): l’Ad di Enel ha rimarcato l’impegno dell’azienda verso l’obiettivo Net Zero entro il 2040, con dieci anni di anticipo rispetto a quanto previsto. 

L’articolo completo su La Stampa:

La Stampa Top Manager Reputation
Condividi questo articolo: