Sostenibilità, aziende più attente. Enel, Eni e Terna le più apprezzate sul web

Secondo l’analisi di Reputation Science, aziende percepite come più sensibili ai temi dell’ambiente sul web. Il settore dell’energia il più attivo.

Cresce la spinta comunicativa delle aziende italiane sui temi della sostenibilità. A certificarlo l’ESG Perception Index, l’osservatorio sulla reputazione di sostenibilità di Reputation Science su 200 tra le maggiori aziende sul mercato italiano (capitalizzate a Piazza Affari, classifica Mediobanca, classifica Interbrand).

5,2 milioni di contenuti online analizzati

La base dati totale analizzata da gennaio 2021 a ottobre 2022 è di 5,2 milioni di contenuti online (news online, blog, forum, social ecc.). Gli analisti hanno osservato una crescita dei contenuti online che citano i 250 brand.

La singola fonte in cui si concentra il maggior numero di conversazioni online è Twitter, che raccoglie il 31% delle citazioni. Tuttavia, sono le testate online e i blog che hanno fatto registrare la crescita più significativa: a ottobre 2022, queste due fonti raccolgono rispettivamente il 25% e il 18% dei contenuti online sui brand, davanti ai forum (13%) e ai quotidiani (8%).

Nell’aggiornamento semestrale di ottobre 2022, l’indice mostra come stia evolvendo il rapporto tra 200 brand e i temi ESG. In particolare, appare evidente il ruolo di traino delle migliori aziende nei confronti della totalità del paniere: i 10 brand con la migliore reputazione di sostenibilità, da soli, ottengono infatti un ESG Global Perception Index pari al 47% del totale. Un dato in netta crescita rispetto all’ultima rilevazione semestrale e che mostra come i migliori brand, dopo una flessione a inizio 2022, abbiamo aumentato la propria spinta comunicativa in tema di sostenibilità ambientale e sociale. Ciò che, invece, non è avvenuto se si considera la totalità delle aziende in esame.

I primi venti brand della classifica ESG Perception Index hanno ottenuto una media di punteggio pari a 63.66 su 100. Un valore ben superiore a quello aggregato fatto registrare dalla totalità delle 200 aziende (34.65), seppur in crescita: sintomo del ruolo trainante che le migliori aziende hanno sull’intero paniere. Il cluster più rappresentato tra le 20 aziende percepite come più sostenibili sul web è quello dedicato all’energia (40%): un dato che conferma il peso di questo settore nell’Esg Perception Index.

L’articolo completo su Prima Comunicazione:

Prima Comunicazione_ESG Perception Index Ottobre
Condividi questo articolo: