News

Cairo in testa, sale Descalzi

A febbraio sono i manager del settore energia a registrare le performance migliori della classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia. Marco Alverà, Ceo di Snam, sale dal quindicesimo al settimo posto con 55,76 punti (+3,66), rilanciato dal suo piano di investimenti in […]

Cairo in testa, entra Camerano

A gennaio due nuovi manager entrano tra i primi quindici della classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia. L’articolo di Andrea Barchiesi, co-founder di Reputation Science, su L’Economia, Corriere della Sera.

Cairo in vetta, su Prada e Grieco

A dicembre ci sono due donne tra i primi quindici della classifica Top Manager Reputation, l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia. L’articolo di Andrea Barchiesi, co-founder di Reputation Science, su L’Economia, Corriere della Sera.

Top Manager: ecco i campioni

Urbano Cairo primo, Francesco Starace secondo, Claudio Descalzi terzo. È il vertice della classifica stilata da Reputation Science sulla reputazione sul Web dei 100 top manager italiani. La prima donna è Patrizia Grieco. Messina al top nella finanza, Ruffini nel lusso, Bono nelle infrastrutture, Elkann nell’industria, Kunze-Concewitz nel food. L’articolo pubblicato su L’Economia, Corriere della Sera:

Cairo al top, sale Descalzi

Riconoscimenti e strategie coraggiose premiano i leader nella classifica Top Manager Reputation,l’Osservatorio permanente di Reputation Science sulla reputazione online dei vertici delle aziende attive in Italia. Sempre primo Urbano Cairo (77,20 su 100 punti) grazie alle performance di Rcs e alla leadership nei grandi eventi sportivi. Doppietta per l’energia con la conferma di Francesco Starace, AD di Enel (2° con 68,37 punti), […]

Spot Dolce e Gabbana, quando la provocazione fa danni

Chi di cannolo ferisce, di cannolo perisce. Gli spot provocatori di Dolce e Gabbana per il mercato cinese fatti di ammiccamenti e stereotipi, tra cui un doppio senso sulla virilità che imbarazza una donna cinese (in realtà una modella coreana) sono riusciti nell’impresa di offendere milioni di cinesi, costringendo i due stilisti a delle umilissime […]